Header_news

DETERMINAZIONE: LA CHIAVE DI VOLTA PER LA TUA CARRIERA

1 Settembre 2022

Share

Settembre è il mese della ripartenza, dell’energia e della DETERMINAZIONE. Sulla rubrica Alley Hoop de Il Sole 24 Ore la giornalista e professoressa ordinaria presso l’Università di Pavia Luisa Rosti esamina i risultati del Rapporto Almalaurea 2022 dichiarando che gli studenti più determinati, che lavorano già prima di essere laureati, possono impiegare tempi lievemente più lunghi per ottenere il titolo di studio, ma al contempo ottengono retribuzioni più alte e un innegabile slancio alla propria carriera.

“Lavorare durante il percorso di studi, paga. Nel Rapporto AlmaLaurea 2022 l’indicatore sulla condizione occupazionale dei laureati consente di distinguere due gruppi di individui: quelli che hanno iniziato a lavorare solo dopo il completamento degli studi e quelli che invece erano già occupati al momento di concludere il percorso di laurea magistrale.

In entrambi i casi gli individui sono laureati, e sono occupati al momento della rilevazione, un anno dopo la laurea; ciò che li differenzia è solo il fatto che gli appartenenti al primo gruppo erano occupati già prima di conseguire il titolo di studio, mentre gli appartenenti al secondo gruppo hanno iniziato a lavorare solo dopo la laurea.

Confrontando la situazione dei due gruppi si osserva che lavorare e studiare contemporaneamente richiede tempi un po’ più lunghi per raggiungere l’obiettivo, e comporta un voto medio un po’ più basso, ma trova la sua ricompensa nella retribuzione, che un anno dopo il conseguimento del titolo risulta maggiore di quella di coloro che hanno iniziato a lavorare solo dopo la laurea.

Gli studenti che erano già occupati al momento di concludere il loro percorso formativo non sono pochi: sono il 30% del totale dei laureati di secondo livello (31% per la componente femminile). La disaggregazione per ambito disciplinare evidenzia che solo nel gruppo Scientifico la quota di coloro che lavoravano al momento della laurea scende sotto il 20%, mentre nei gruppi Medico-Sanitario e Farmaceutico, Educazione e Formazione, e Scienze motorie e sportive, la loro quota supera il 50% (Tabella 2).

L’incremento della retribuzione di chi ha studiato lavorando, rispetto a quella di chi ha iniziato il lavoro solo dopo la laurea, vale per la componente maschile di tutti i gruppi disciplinari, mentre per la componente femminile si osserva qualche eccezione: per le laureate dei gruppi Arte e Design, Letterario-Umanistico e Scienze motorie e sportive, infatti, la variazione ha segno negativo, indicando così che le laureate che non risultavano già occupate al conseguimento del titolo guadagnano una cifra leggermente più alta di quelle che lavoravano già prima della conclusione del loro percorso formativo.

La differenza di retribuzione più consistente tra chi ha lavorato e chi non ha lavorato durante gli studi si osserva per i maschi del gruppo Politico-Sociale e Comunicazione (+ 25%) e per le femmine del gruppo Medico-Sanitario e Farmaceutico (+ 22%). Negli altri casi l’incremento è meno consistente, ma è comunque incoraggiante perché sostiene la scelta di proseguire gli studi anche da parte di coloro che sono già occupati. Questo è un bene per il nostro sistema economico perché in Italia i laureati sono troppo pochi: anche tra i giovani (25-34 anni), infatti, non si raggiunge neppure il 30% del totale, contro il 46% della media OECD; solo il Messico ne ha meno di noi, tutti gli altri 37 Paesi ci battono, compresa la Colombia, il Cile, la Turchia e la Grecia; al primo posto c’è la Corea, col 70% di giovani laureati”.

Fonte: Il Sole 24 Ore

SGB Identity Magazine | Marzo 2024

venerdì, 1 Marzo 2024

Torna SGB Identity Magazine, un viaggio immersivo nel mondo delle opportunità e dell’innovazione nel mondo del lavoro. Sfoglialo ora!
Nasce SGB Identity Magazine

giovedì, 1 Febbraio 2024

Vi presentiamo il primo numero del nostro SGB Identity Magazine, un viaggio immersivo nel mondo delle opportunità e dell’innovazione nel settore delle risorse umane.
SGB Believe It | Kick-off 2024

venerdì, 26 Gennaio 2024

Giovedì 18 e venerdì 19 gennaio più di 450 persone provenienti da oltre 60 città italiane si sono riunite a Bologna per l’appuntamento più significativo di tutto l’anno: il nostro Kick Off aziendale!

Vuoi saperne di più?

Contattaci