IL NUOVO MERCATO DEL LAVORO NELLA GDO

La GDO è un settore che in quest’ultimo anno di crisi ha subito trasformazioni profonde, anche se di segno diverso rispetto ad altri comparti. Cambiamenti che si sono riflessi anche nella ricerca di personale. Gianluca Zelli, Amministratore Delegato del nostro Gruppo, ne parla in un approfondimento per DM Magazine.

La distribuzione organizzata non ha subito particolari stop durante il 2020 e anzi spesso ha dovuto sostenere carichi di lavoro maggiori e più gravosi. A tutto questo va aggiunto un ulteriore radicale cambiamento – trasversale in realtà a molti settori occupazionali – legato al modo di lavorare che è inevitabilmente mutato. Analizzando più nel dettaglio, grazie soprattutto al punto di vista privilegiato per la diffusa e trasversale presenza nel settore di SGB Humangest, abbiamo avuto modo di constatare che si ravvisano comunque differenti trend all’interno del mondo della distribuzione. Se da un lato, infatti, le realtà che riforniscono i settore del retail hanno assistito a una costante crescita, nonostante lo scenario di crisi generalizzata; dall’altro, chi si occupa di distribuzione di beni alimentari per la ristorazione e per l’hôtellerie ha dovuto affrontare un inevitabile calo della domanda, con i relativi risvolti negativi anche in termini occupazionali.

Le figure più richieste oggi
Abbiamo registrato il più alto picco delle richieste professionali nel comparto nel periodo fra marzo e luglio 2020, con un’impennata delle richieste pari circa al 25% rispetto ai mesi precedenti; per il resto del 2020 e per l’inizio del 2021, abbiamo visto il livello delle richieste assestarsi, con un consolidamento della crescita registrata nel periodo del lockdown. Oggi, tra le figure più richieste dagli operatori GDO spiccano gli scaffalisti, in quanto si tratta delle figure maggiormente esternalizzabili per le aziende operanti nel settore, ma sono molto ricercate anche mansioni più specializzate, come gli addetti al banco dei freschi, quali macelleria, pescheria e gastronomia. Il banco dei freschi è diventato un’area strategica per il supermercato, un’area cioè ad alto valore aggiunto, in cui ascoltare il cliente e le sue esigenze. Per questo, le catene di supermercati sono sempre più attente a selezionare le persone più adeguate per ricoprire questo ruolo: risorse con competenze nell’ambito alimentare, con passione per la cucina e in grado di svolgere anche un’attività di consulenza gastronomica e di supporto al cliente. Figure professionali con esperienza e formazione nel settore risultano molto difficili da reperire sul mercato del lavoro. Per questo, molte insegne decidono di investire in giovani neodiplomati, preferibilmente provenienti dal settore alberghiero, e di formarli all’interno dell’azienda. Sono, inoltre, cresciute le richieste anche di tutte quelle figure ricercate per lo sviluppo del canale e-commerce. Quindi, personale come driver, per consegnare la spesa a domicilio, o come figure di addetti al picking, che si occupano di imbustare la spesa con i prodotti ordinati dai clienti online. Figure richieste sia dai piccoli retailer che dalle grandi catene. Nel 2020, la domanda di queste figure è aumentata in media del 20% rispetto al periodo precedente, con un picco significativo nei primi mesi dell’emergenza sanitaria (marzo-aprile 2020).  Oggi il trend si è stabilizzato sui livelli post-crescita. In termini di organizzazione del lavoro, queste nuove figure richiedono una diversa disponibilità negli orari di lavoro che si sviluppano su turni e nelle fasce orarie anche di chiusura al pubblico, per garantire al cliente un servizio rapido e in linea con le richieste dei consumatori. 

Le skills più ricercate nel settore
La formazione sta assumendo sempre più un carattere distintivo anche nel settore GDO. Non solo con corsi sulla sicurezza sul lavoro, ma anche con una istruzione più ampia, legata alle soft skills, con un particolare focus sull’utilizzo degli strumenti informatici, sul lavoro di squadra o sulla gestione del team, a seconda del ruolo e dell’esperienza in azienda. Soprattutto nelle figure che hanno rapporti diretti con il cliente sono fondamentali l’ascolto e la capacità di rispondere prontamente alle esigenze della clientela.

POTREBBE INTERESSARTI...
👉 220 profili edili: il nostro intervento sull'Avvenire
👉 Profili introvabili: l'intervento di Giuliana Zucchetti sul Sole 24 Ore
👉 Donne e lavoro: i dati dell'occupazione femminile
👉 SGB University, i nostri percorsi di alta formazione
👉 SGB Welfare, i nostri strumenti di welfare
👉 SGB Life, il nostro Manifesto Culturale
👉 La nostra certificazione Top Employer 2021
👉 Le opportunità di lavoro targate Humangest