STORIE DI SUCCESSO: HENRY FORD

in News
Basta pronunciare il suo cognome e a chiunque viene in mente il grande marchio che ha creato: Henry Ford è stato fondatore dell'omonima casa automobilistica, una delle più antiche e rinomate dei nostri tempi
Nato nel 1863 in una fattoria di Dearborn, nello stato del Michigan, da William Ford, di origini irlandesi e da Mary Ford, nata in America da immigrati del Belgio, fin da giovanissimo si avvicina al mondo del lavoro. Da piccolo, mostra una passione nel riparare orologi da tasca e a soli 13 anni, inizia a guadagnare i primi dollari sistemando quelli di amici e vicini di casa. 
Dopo la scomparsa della madre, nel 1876, il giovane Ford si rifiuta di aiutare il padre nella fattoria di famiglia e tre anni più tardi, appena 16enne, inizia a lavorare come apprendista macchinista a Detroit, prima nella compagnia James F. Flower&Bros e, con la Detroit Dry Dock Co, poi. Questa esperienza si rivela determinante, in quanto gli permette di apprendere le prime conoscenze in ambito automobilistico, un settore ancora poco sviluppato ma che prometteva una forte crescita. 
Tornato nella fattoria di famiglia, mette a frutto le competenze acquisite nel riparare le macchine agricole prodotte da Westinghouse che, successivamente, lo assume per i riparare i motori a vapore dell'azienda. Sempre molto attivo, si dedica contemporaneamente agli studi di contabilità presso il Bryant&Stratton Business Collage di Detroit.
Il primo passo importante nella sua carriera avvenne nel 1893, quando Ford inizia a lavorare come capo ingegnere nella Società di Elettricità Edison Illuminating Company, dopo essersi sposato e aver avuto un figlio, Edsel.
Il suo naturale talento lo porta a creare un'automobile con il motore a combustione interna, inventato pochi anni prima da Karl Benz e Gottlieb Daimler, un mezzo innovativo sperimentato su strada ed è il famoso Thomas Edison che lo incoraggia a costruirne un secondo modello. Dopo anni di esperienza maturati con la Edison e, successivamente, con la Detroit Automobile Company, Ford prende la decisione più importante della sua vita: fondare la Ford Motor Company a Dearborn. Il suo obiettivo è quello di contenere i prezzi dei beni prodotti riducendo i tempi di lavorazione: questo è il momento che segna l'invenzione della catena di montaggio, un sistema di produzione innovativo che avrebbe reso, nel giro di pochi anni, i prezzi accessibili, avviando una produzione di massa
Pur non essendo l'inventore dell'automobile, l'imprenditore americano ne rivoluzionò la storia: il 26 luglio 1903 è la data in cui lancia sul mercato la prima autovettura marchiata "Ford", chiamata "Model T" o, comunemente, "Lizzie, la prima dell'azienda a essere prodotta su grande scala. 
Un business che aumenta a ritmo accelerato e che porta ben presto l'azienda a fatturati importanti, tanto che Ford coinvolge anche suo figlio Edsel, nominandolo Presidente della Società. A seguito della sua precoce scomparsa, Henry Ford torna alla guida dell'azienda ma solo per pochi anni, quando lascia la carica a favore del nipote Henry Ford II.
Ritiratosi a vita privata, riceve numerosi premi come l'American Automotive Golden Jubilee per il suo apporto al settore automobilistico e, a seguire, la medaglia d'oro dall'American Petroleum Institute per il prezioso contributo al benessere dell'unanimità.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE…