sgb
Si intitola “Un mondo migliore” e rappresenta l’occasione per dimostrare, nei fatti, come sia possibile favorire l’integrazione dei migranti in società. Il progetto è stato presentato pochi giorni fa nella Sala consiliare del Comune di Basciano (Teramo). L’iniziativa, promossa dalle cooperative “Tre Fontane” e “Senis Hospes”, ha visto Humangest fra i protagonisti per la parte riguardante la selezione e la formazione dei migranti.

Basciano progetto migranti

Nel corso della conferenza stampa di presentazione del progetto, oltre alla autorità cittadine, erano presenti anche tanti giovani delle scuole elementari locali.

Sposando il progetto ''Un mondo migliore'' ottanta migranti del Cas di Basciano si metteranno a disposizione della collettività per svolgere lavori di pubblica utilità.

Lo scopo del progetto è favorire da una parte l’integrazione e l’inclusione sociale dei beneficiari all’interno del tessuto cittadino che li ospita, promuovendone la partecipazione attiva nella vita della collettività, dall’altra sensibilizzare la comunità locale sui temi dell’accoglienza, stimolandone il desiderio di scoprire la ricchezza di una società multiculturale.

Prima di aderire, ciascun migrante ha preso parte al corso “Sicurezza e salute nei luoghi di lavoro” promosso da Humangest, curato da BDirection e realizzato con il finanziamento di Forma.Temp. "Il corso di formazione - ha spiegato Marco Orlando della filiale Humangest di Teramo - è stato seguito con grande interesse dai migranti e ci auguriamo che l’attività di prevenzione possa interessare, in futuro, anche altre comunità del territorio".

I lavori di pubblica utilità, che saranno svolti dai migranti gratuitamente e su base volontaria, riguarderanno diverse attività che vanno dalla pulizia delle strade e dei tombini alla manutenzione del verde pubblico in base alle esigenze segnalate dall’Amministrazione locale.