sgb

Un processo virtuoso ha consentito di investire sulle risorse umane per superare la crisi

di Massimiliano Fregolent, Responsabile Commerciale SGB, distretto Pordenone-Treviso.
Nella foto con Loredana Peruzza, Amministratore Delegato di Eral.


Un’azienda dove ascoltare e recepire le esigenze di mercato ha permesso di far crescere non solo il proprio fatturato e le persone che vi lavorano, ma anche i collaboratori esterni.

Molto spesso quando si parla di “crescita professionale” ci si limita a guardare il proprio stipendio e la posizione che si occupa all’interno dell’azienda, a me invece piace aggiungere a queste due voci, sicuramente importanti, un altro tipo di gratificazione: il veder crescere un cliente anche grazie al proprio supporto.

Eral Srl, azienda del gruppo Linea Light con sede a Vazzola (TV), oggi conta 150 dipendenti, 25 milioni di euro di fatturato e si occupa della produzione di articoli a LED dedicati all’illuminazione pubblica ed industriale che distribuisce sia a livello nazionale che internazionale, come dimostrano ad esempio le partecipazioni ad Expo 2015, alla Biennale di Milano, alla Biennale di Francoforte e presso l’aeroporto Marco Polo di Venezia. Qualche anno fa, però, Minulamp (così si chiamava l’azienda al tempo) era una realtà di 40 persone e produceva componenti per lampade tradizionali. Nel 2005 un’intuizione del titolare, Angelo Vendrame, ha portato l’impresa a rivalutare il settore di mercato dove svilupparsi e a convertire, quindi, la produzione tradizionale in una tecnologicamente più avanzata: il LED, una nuova e più efficiente fonte di illuminazione.

Per procedere in questa direzione, era necessario formare i propri dipendenti ed aumentare l’organico, partendo da figure chiave che avrebbero permesso all’azienda di crescere ed affrontare il mercato internazionale.

È proprio in questa fase che è intervenuto il gruppo SGB con il supporto di operatori specializzati nella selezione e formazione.

Ho avuto il privilegio di seguire la Eral durante tutto il percorso di cambiamento, supportandola esternamente nel recruitment di molte figure che si sono poi rivelate essere fondamentali per la crescita e lo sviluppo dell’azienda stessa. Per poter condividere questa esperienza, ho intervistato Loredana Peruzza, Amministratore Delegato di Eral.


Com’è cambiata la sua azienda in questi ultimi anni ?
«La nostra azienda in questi ultimi 10 anni è passata dall’essere una medio-piccola realtà locale a diventare la prima produttrice di led a livello nazionale. Ora esportiamo in tutto il Mondo, sicuramente un cambiamento molto importante».

Quali sono stati i momenti più difficili?
«I problemi ci sono ogni giorno ma in realtà non ne abbiamo mai avuti di particolarmente fastidiosi, anche perché il cambio di produzione è stato molto graduale e non repentino visto che volevamo evitare di fare il passo più lungo della gamba. Il tempo ci ha dato ragione e quando nel 2008 è arrivata la crisi, mentre purtroppo molte aziende della nostra zona licenziavano, noi assumevamo».

Quali sono state le figure chiave durante il cambio?
«Sicuramente il sig. Vendrame, che ha avuto prima di tutti l’intuizione di adattare la nostra produzione al nuovo mercato che stava nascendo, legato al risparmio energetico, e tutto il team dell’ufficio tecnico».

Quale è stato l’apporto del gruppo SGB?
«Certamente ha avuto un importante ruolo nella nostra crescita, ci ha sempre seguito con dedizione e professionalità anche quando le nostre esigenze erano improvvise e necessitavamo di personale immediatamente. Molte delle persone che ci ha presentato in questi ultimi anni lavorano tutt’oggi in Eral e questo dev’essere un motivo di soddisfazione».

Quale dei servizi del gruppo SGB si sente di raccomandare?
«La qualità nella Ricerca e Selezione in primis, ma anche le Politiche Attive, infatti non vediamo l’ora di poter ospitare i tre nuovi tirocinanti tramite il progetto ‘Work Experience’».